eco-helmet-casco-da-bici-in-carta-ripiegabile-james dyson award 2016

Leggero, riciclabile ed economico: è un casco realizzato completamente in carta il progetto vincitore del James Dyson Award edizione 2016, premio internazionale che supporta l’innovazione ingegneristica.

L’ideatrice di EcoHelmet è Isis Shiffer, giovane industrial designer newyorkese con diversi progetti all’attivo tutti improntati alla sostenibilità.

isis shiffer industrial designer_inventrice eco helmet casco in carta

Isis Shiffer, Industrial Designer americana ideatrice di Eco-Helmet, in casco in carta vincitrore del James Dyson Award 2016

EcoHelmet assicura protezione, praticità e attenzione all’ambiente. La sua struttura a nido d’ape radiale permette di assorbire l’impatto distribuendo l’energia d’urto in tutte le direzioni, proprio come avviene con i classici caschi in polistirene solitamente utilizzati dai ciclisti, e lo rende facilmente ripiegabile e trasportabile. L’innovativo casco in carta è progettato con una taglia unica che si adatta alle diverse circonferenze del capo ed è ricoperto con un’apposita cera biodegradabile derivata dal mais che ne garantisce l’impermeabilità sino a tre ore.

Per candidare il proprio lavoro è necessario aver realizzato “un progetto che possa contribuire alla soluzione di un problema”, come recitano i requisiti sul sito ufficiale della Fondazione, e Isis Shiffer è partita da dati tutt’altro che incoraggianti: quasi il 90% di coloro che utilizzano i servizi di bike sharing in America non indossano il casco.

eco helmet casco da bici in carta ripiegabile

Eco-Helmet è comodamente ripiegabile, facile da trasportare e impermeabile sino a tre ore

Il casco in carta è stato pensato e disegnato proprio per entrare in sinergia coi sistemi di bike sharing e rispondere ai problemi principali affrontati da chi si muove tutti i giorni sulle due ruote, in primis sicurezza, igiene e spazio, sia per il trasporto sia per lo stoccaggio nei distributori automatici. Grazie alla sua struttura “a fisarmonica” è facile da ripiegare, riporre nella borsa e anche da conservare in eventuali distributori. Anche il costo è contenuto: Isis Shiffer stima che potrebbe essere commercializzato a un prezzo di circa 5 dollari.

La designer americana ha avuto la possibilità di testare il suo progetto nel Crash Lab dell’Imperial College di Londra, durante un periodo di studio all’estero. In Europa lo standard di riferimento per i caschi per le bici è la norma EN1078: EcoHelmet è stato sottoposto a una prova di impatto con circa 4,5 kg di peso a un’altezza di circa 90 cm, superandola con successo. In America le normative sono differenti, ad esempio CPSCM, ASTM F1447 e Snell B-90: grazie ai 45.000 dollari vinti col premio James Dyson Award, Isis potrà continuare le proprie ricerche e, speriamo, far diventare questo casco di carta una realtà.