Medtec Italy 2013 ll salone internazionale dell'industria medicale

MEDtec Italy 2013 il Salone internazionale dell’industria medicale

Di Nicolò Teglia- Si è svolto al Centro fiere di Modena, il 2 e 3 ottobre, la seconda edizione del salone internazionale MEDtec Italy dedicato a nuove tecnologie, prodotti innovativi e industria medicale. Durante la due giorni di fiera oltre 2000 visitatori in visita a 100 espositori circa, tra i quali Zwick Italia, per novità e conferenze su biomedicale, ricerca, certificazione e start-up. Assobiomedica ha presentato il suo Rapporto su sugli investimenti in produzione, ricerca e innovazione nel settore dei dispositivi medici in Italia nel 2011. Dati di un settore che nonostante lavori molto bene sul fronte delle esportazioni non può che risentire della crisi economica che sta investendo il nostro Paese. Il che tradotto in numeri vede l’80% dell’offerta dell’ industria italiana soddisfatto dall’export così come la domanda.

La via da percorre secondo Carlo Castellano Vice Presidente di Assobiomedica sarebbe questa :
– Rilancio del manifatturiero.
– Valorizzazione delle eccellenze.
– Sostegno al innovazione.

E pensando ad innovazione sulla punta della lingua non può che esserci …Start-Up , idea di business  che da qualche tempo sta prepotentemente diventando gergo di manager e addetti ai lavori, ma che come testimonia questo grafico, nonostante si faccia un gran parlare di loro, in altri settori,  per diversi fattori non stanno incontrando grande fortuna.
C’è però chi l’idea giusta ce l’ha e quando per le mani hai un prodotto innovativo e sbalorditivo allo stesso tempo il pensiero è opposto.. e pensi: “Questi chissà…secondo me ce la faranno..” e se a presentare il prodotto sono anche 3 giovani imprenditori, le  premesse del vice presidente di Assobiomedica ci sono tutte.  E’ il caso di Captiks (www.Captiks.com), dei sensori wireless con trasmettitore e batteria incorporata, non più grandi di un ipod che permettono di ricreare un modello tridimensionale dell’individuo che li indossa tracciando con esattezza millimetrica ogni movimento. ‘Capturing of Kinematics’, ogni movimento rilevato e perfettamente rieseguito in tempo reale dall’avatar  permettendo di tracciare misurare velocità, accelerazione e qualsiasi parametro che venga espressamente richiesto ai programmatori di implementare nel software. Motion capture che potrebbe essere sfruttata per la riabilitazione fisioterapica, misurando di volta in volta i progressi del paziente più anziano nel post operatorio o nella medicina sportiva seguendo gli allenamenti degli atleti più performanti, arrivando magari a scoprirne il segreto di corsa ed esplosività. Immaginare tutti i suoi possibili impieghi fa capire quanto l’idea dietro a questo prodotto sia promettente e all’avanguardia, se inoltre si riflette sui costi che una tecnologia del genere avrebbe avuto sino a poco tempo fa.

Segui la nostra lista dell’industria medicale su Twitter…