packaging creativo e sostenibile: il progetto this too shall pass away

Packaging  innovativo tra lusso e attenzione all’ambiente

Proteggere, conservare e… attirare l’attenzione: queste le tre funzioni principali del packaging. Certo, l’imballaggio non fa il contenuto, ma di sicuro ne è un prezioso alleato. Chi ha detto che si tratta solo di involucro? Che siano di carta, plastica, pvc, tetrapack o altri materiali, spesso le confezioni dei prodotti che utilizziamo quotidianamente diventano il terreno di sperimentazione preferito dei designer, all’insegna della creatività e del rispetto per l’ambiente.

Cosa succederebbe, ad esempio, se il cibo si vestisse di lusso?

peddi-merguy-packaging creativo di lusso yogurt confezione tiffany gioielli

E se lo yougurt fosse contenuto in un vasetto azzurro Tiffany? Ci ha pensato l’artista Peddi Merguy

Ci ha pensato l’artista Peddi Merguy. Nel 2014 ha infatti presentato a San Francisco la mostra Wheat is Wheat is Wheat, una carrellata, è proprio il caso di dirlo, di cibi griffati.

Aprire il frigo e trovare un vasetto di yogurt dell’inconfondibile azzurro Tiffany, il latte contenuto in una minimalistica confezione tutta bianca firmata Apple, uova incartate una a una con la medusa di Versace. E se aprendo la credenza il caffè avesse l’eleganza di Cartier?

Sono solo alcune delle rivisitazioni ironiche e iconiche dell’artista israeliano, recentemente in mostra anche all’Expo di Milano. Un calembour che fa sorridere e allo stesso tempo ci spinge a riflettere sulla crucialità del packaging durante il processo di acquisto: nella sfilata di prodotti sugli scaffali, quante volte vince chi ha il “miglior vestito”?

 

peddi-merguy-packaging creativo di lusso uova incartate versace

Packaging di lusso anche per le uova: qaunto conta l’apparenza durante il processo di acquisto?

Non si tratta però di mera esteriorità. La confezione, e più in generale il packaging, svolgono ruoli essenziali che iniziano proprio nella fase di trasporto delle merci e continuano anche dopo l’acquisto. Bottiglie di difficile impugnatura, aperture difficoltose e involucri ingombranti: l’ergonomia e l’usabilità definiscono senza alcun dubbio il nostro rapporto quotidiano con gli oggetti, talvolta mettendo a dura prova la nostra pazienza e decretandone il successo tradotto in riacquisto.

 

 

packaging sostenibile e creativo this too shall pass away tomorrow machines riso basmati

La confezione del riso basmati si apre “sbucciandola”: il packaging ecosostenibile di Tomorrow Machines

E dopo l’uso? Nasce senz’altro l’annosa questione dello smaltimento dei rifiuti e del rispetto ambientale, a cui lo studio svedese Tomorrow Machines cerca di dare soluzioni accattivanti e divertenti con progetti come This too shall pass.
Provate a immaginare il riso basmati in una confezione che si sbuccia come un’arancia, l’olio d’oliva contenuto in una capsula che non lascia rifiuti e un succo di frutta il cui involucro si consuma piano piano mentre lo state bevendo: Hanna Billqvist e Anna Glansén studiano e realizzano tutto questo e molto altro.

Come spiegano nell’intervista per il magazine australiano Yellow Trace, Anna e Hannah ritengono che “ogni aspetto del packaging o del prodotto deve essere motivato dalla funzione che svolge, non includiamo elementi solo per motivi estetici”. Alla base di This too shall pass c’è la ferma convinzione che creatività e sostenibilità debbano andare di pari passo, accompagnate da un’accurata ricerca sui materiali.

This too shall pass away tomorrow machine confezione succo di frutta

Un succo di frutta il cui involucro si consuma piano piano mentre lo state bevendo, solo acqua e agar-agar per un packaging sostenibile

Cera d’api, zucchero caramellato e agar-agar, un gelificante naturale ricavato dalle alghe rosse, sono le materie prime usate per dare vita a un packaging colorato e soprattutto ecologico. Se l’olio di oliva entra in una capsula e il riso basmati è avvolto nella cera d’api, il succo di lampone sorprende ancora di più: al posto del classico tetrapack solo agar-agar e acqua che si consumano dopo ogni sorso.

Testando la reazione dell’agar-agar al variare della temperatura e modificando la quantità di acqua aggiunta a esso, Tomorrow Machines è riuscito a far coincidere ciclo di vita del prodotto e del packaging, permettendo anche di verificare se il succo è stato esposto a temperature troppo elevate durante il trasporto.

Dicevamo, solo apparenza? Un prodotto è molto più della sua confezione e con essa ridefinisce i contorni della nostra quotidianità… e il futuro del nostro pianeta.